Blog

ISPEZIONE IPOTECARIA: A COSA SERVE E COME RICHIEDERLA

L’ispezione ipotecaria ci permette di accedere agli atti relativi a un immobile o a una persona o società, presenti nella Conservatoria dei registri immobiliari del Catasto. Ad esempio, se stiamo acquistando una abitazione, attraverso la visura ipotecaria possiamo verificare chi sono i soggetti titolari di diritti reali sull’immobile e di sapere se ci sono ipoteche o altri elementi che possono limitarne l’utilizzo. Se stiamo vendendo un immobile, attraverso l’ispezione ipotecaria possiamo provare di esserne realmente proprietari. Vediamo quindi quali dati consentono di ottenere questa verifica e come è possibile richiederla.

 

VISURA IPOTECARIA: QUALI DATI CONTIENE

Attraverso l’ispezione ipotecaria, come spiega l’Agenzia delle Entrate, è possibile consultare i registri, le note e i titoli depositati presso i Servizi di Pubblicità Immobiliare – ex Conservatorie dei registri immobiliari. Gli atti a cui è possibile accedere, detti formalità, sono di tre tipi:

  • Trascrizioni: comprendono gli atti di costituzione o trasferimento di diritti su beni immobili – come compravendite donazioni e successioni – e gli atti che istituiscono vincoli sull’immobile – come sequestri, pignoramenti, domande giudiziali. Possono essere “a favore”, ad esempio in caso di acquisti o “contro” se si tratta di vendite, ipoteche o simili.
  • Iscrizioni: permettono di sapere se ci sono ipoteche che gravano sugli immobili
  • Annotazioni: registrano le modifiche di precedenti atti, ad esempio la cancellazione di un’ipoteca

 

ISPEZIONE IPOTECARIA: COME RICHIEDERLA IN UFFICIO

L’ispezione ipotecaria può essere richiesta presso gli sportelli degli uffici provinciali territoriali dell’Agenzia delle Entrate, con l’eccezione delle province di Trento e Bolzano che gestiscono il servizio in autonomia.
Se l’ispezione riguarda dati presenti in registri informatizzati può essere richiesta in qualunque ufficio provinciale sul territorio nazionale, a esclusione delle province di Trento, Trieste, Gorizia e Bolzano e delle altre zone nelle quali vige il sistema tavolare.
La richiesta di visura ipotecaria può essere presentata compilando il modello 310 o il modello 310 semplificato, scaricabili sul sito dell’Agenzia delle Entrate o disponibili in formato cartaceo presso gli uffici. Per ricerche relative al periodo precedente il 1 gennaio 1973 negli uffici di Milano, Torino, Roma e Napoli è necessario presentare un ulteriore modello 310 presso la sezione stralcio.

 

COME RICERCARE I DATI

Sono disponibili due modalità di ricerca dei dati:

  • per soggetto, per immobile o incrociata soggetto/immobile
  • per nota, se si conoscono già gli estremi identificativi dell’atto

L’ispezione ipotecaria per soggetto, immobile o incrociata può essere richiesta indicando nel modello 310 i dati relativi al soggetto e/o all’immobile oggetto della verifica:

  • Nel caso di una persona fisica sarà necessario indicare nome, cognome, luogo e data di nascita, codice fiscale
  • Nel caso di una società sarà necessario indicare denominazione e sede legale
  • Per un immobile dovranno essere indicati gli estremi identificativi catastali

Se la ricerca nei registri informatizzati restituisce esito positivo l’operatore consegna al richiedente l’elenco sintetico affinché selezioni le note da visionare. Se la consultazione della banca dati informatizzata si rivela insufficiente, il personale dell’ufficio estende la ricerca ai registri cartacei.

L’ispezione per nota può essere presentata indicando nel modello 310 il numero identificativo dell’atto che si vuole visionare, l’anno e i dati di almeno un soggetto o un immobile presente nella nota.
E’ possibile escludere dall’ispezione ipotecaria gli atti di iscrizione e le trascrizioni di domande giudiziali, sequestri conservativi e pignoramenti cancellati o non rinnovati allo scadere del termine di efficacia, pari a 20 anni. Oltre alle note è possibile consultare i relativi titoli, indicandone gli estremi identificativi sul modello di richiesta.

 

VISURA IPOTECARIA ONLINE

L’ispezione ipotecaria può essere richiesta anche online, soltanto per i dati presenti nelle banche dati informatizzate.
Se il soggetto che presenta la richiesta è titolare, anche in parte, del diritto di proprietà o di altri diritti reali di godimento può accedere gratuitamente alla banca dati ipotecaria dell’Agenzia delle Entrate mediante il servizio di consultazione personale disponibile tra i servizi online presenti sul sito dell’Agenzia. Per accedere è necessario essere registrati ai servizi online Entratel/Fisconline.
Se il richiedente non è titolare, neanche in parte, di diritti sull’immobile, può richiedere una ispezione ipotecaria onlineaccedendo ai servizi online disponibili sul sito dell’Agenzia delle entrate. Per usufruire del servizio è necessario registrarsi ai servizi finanziari online di Poste Italiane, per effettuare il pagamento dei tributi necessari.

ISPEZIONE IPOTECARIA: COSTI

Come anticipato, la visura ipotecaria è gratuita se viene richiesta da un soggetto titolare, anche in parte, del diritto di proprietà o di diritti reali sull’immobile oggetto della verifica.

Se, invece, il richiedente non è titolare, neanche in parte, dell’immobile per il servizio di consultazione si applicano i tributi previsti dalla tabella tasse ipotecarie. Alle ispezioni ipotecarie online è applicata una maggiorazione del 50% delle tariffe applicate negli uffici.

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

View Available HTML tags and attributes
<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong> :

DM Real Estate Investment | Made with love by Habsolution | © 2018